Responsiva

Design & Web

Chiesa di Mogno

Web, 2015

Nel progetto di questa chiesa, sperduta nel fondo di una valle, dove forti resistono ancora i segni di una lotta atavica fra l'uomo e la montagna, mi è parso di intravedere una determinazione, un coraggio e una generosità che parlano di spinte ideali ancora possibili e ai quali l'architettura deve una risposta. Cosi, oltre al ricordo della vecchia chiesa distrutta, il nuovo edificio esprime la volontà di affrontare una improbabile futura valanga (sono stati realizzati a monte dei ripari valangari) e il desiderio di testimoniare e suggerire altri valori simbolici e metaforici che via via si sono moltiplicati lungo il percorso progettuale. All'architetto non e rimasto altro da fare che attingere alle origini dove i problemi, spogliati degli orpelli legati alle ragioni di un "tempo locale", si sono riproposti nei loro valori di archetipi capaci ancora di dare risposte alle domande del nostro tempo.

Tratto da – Riflessioni dell'architetto Mario Botta – agosto 1999

chiesadimogno.ch

Torna su